skip to Main Content
Numero Verde 800 140332

Il Caregiver: di cosa si tratta?

Approfondimento su questa “nuova” figura assistenziale.

Negli ultimi anni, sempre più parole di derivazione anglosassone sono entrate a far parte del nostro vocabolario. Tra queste quella del Caregiver ha definitivamente sostituito il termine italiano di Assistente Familiare. Attribuendo un significato italiano al termine, potremmo dire che a livello etimologico, ma anche pratico, il caregiver è “chi dà” (giver) “cura” (care).”  [Fonte: garzantilinguistica.it]

La presenza di un caregiver è uno dei requisiti imprescindibili per attivare un’assistenza domiciliare sanitaria.

La figura identificata come “Caregiver” è un familiare stretto del parente non autosufficiente o dell’anziano, che ricopre un ruolo di cura, supporto e vicinanza, e che principalmente si impegna nelle attività quotidiane della persona che ha bisogno di assistenza.

Individuarlo in fase preliminare è fondamentale per poter gestire nel migliore dei modi l’assistenza al domicilio.

Nel 17 settembre 2015 la Commissione petizioni del Parlamento europeo ha raccolto la denuncia delle violazioni dei diritti umani dei caregiver familiari italiani ed ha sollecitato il Governo italiano ad intervenire in merito. Infatti successivamente viene emanata la legge 27 dicembre 2017, n.205 con riferimenti al caregiver familiare e al suo lavoro si trovano.

Ad oggi in Italia si contano 8 milioni di caregiver familiari, un numero alto perché legato al generale invecchiamento della popolazione. Si tratta per la maggior parte di donne che si prendono cura di un genitore malato o un familiare non autosufficiente. 

Per essere riconosciuti caregiver è necessario possedere alcuni requisiti fondamentali, in primis essere nominati tali direttamente dall’assistito portatore di handicap, giuridicamente riconosciuto, e svolgere la propria opera a titolo gratuito e continuato. Ad ogni caregiver può essere assegnata la cura di un solo assistito.

I compiti di un caregiver possono essere diversi, di base si deve essere pronti a far fronte a situazioni di varia natura e a risolvere gli eventuali problemi con rapidità e pragmaticità. Alcuni compiti possono riguardare il cambio del pannolone, la cura delle infezioni derivate dalle piaghe da decubito, l’igiene personale quotidiana dell’assistito a letto.

Ma il compito più importante ricoperto dal caregiver non è solo l’assistenza fisica ma anche quella emotiva e psicologica: sono in tantissimi gli anziani che soffrono la solitudine.

È dunque un “lavoro” di cura e assistenza costante, anche se non retribuito, che nel tempo può diventare snervante e fonte di stress anche per il caregiver stesso. I bisogni dell’assistito possono prendere il sopravvento e avere ripercussioni sia fisiche che mentali sulla vita di chi se ne prende cura.

Di fondamentale importanza è quindi imparare a gestire il carico fisico e psicologico ma, nei casi in cui il caregiver si renda conto di non poter più gestire la situazione, è possibile cercare un aiuto e un supporto esterno.

Esistono infatti due tipologie di caregiver: quelli familiari e quelli cosiddetti “non familiari”, cioè figure professionali che non hanno legami di parentela con l’assistito. Le attività di assistenza dei caregiver non familiari rimangono invariate, ovvero la cura dell’igiene personale dell’assistito, la somministrazione di farmaci, la preparazione dei pasti, l’assistenza notturna dove necessario, la gestione di pratiche amministrative e burocratiche, l’accompagnamento in ospedale per eventuali visite mediche, la semplice compagnia durante il giorno.

Di certo non è un mestiere facile e chi lo sceglie deve possedere un grado di empatia, una sensibilità e delle qualità psico-emotive particolari.

Medi Care, per quanto riguarda l’assistenza domiciliare integrata e l’assistenza domiciliare per i disabili, per gli anziani, offre un sostegno concreto al caregiver garantendo una formazione costante in merito all’educazione sanitaria.

Una società evoluta è quella dove ci si prende cura dei soggetti più deboli, affinché nessuno venga lasciato indietro. 

Back To Top